Come pulire le piastrelle in gres porcellanato

La cura con la quale si esegue la pulizia del gres porcellanato dopo la posa influenzerà la pulibilità del pavimento per tutta la sua vita. Prima di spiegarvi come pulire le piastrelle in gres porcellanato,  riteniamo importante ricordare che i nostri prodotti vengono sottoposti continuamente a tutti i test di resistenza alle macchie previsti dalle norme UNI EN.

La superficie di una piastrella completamente greificata è composta da materiale simile al vetro e come tale va trattata quando si decide di effettuare la pulizia del gres porcellanato. Importante, di più, importantissima è la prima pulizia del gres porcellanato fatta a pavimento nuovo.

Ecco come pulire le piastrelle in gres porcellanato a pavimento nuovo 

È necessario togliere con i prodotti adeguati tutti i residui di cemento lasciati in fase di posa e stuccatura dai posatori, utilizzando detergenti a base acida, tipo "È COSÌ Cherodal" diluito con rapporto 1:2 in acqua, accompagnato da una decisa azione meccanica di materiale non abrasivo (motospazzole o spugne tipo Vileda). 

Per ottenere una buona pulizia del gres porcellanato è altrettanto importante risciacquare bene fino a vedere l'acqua usata limpida. Se questa operazione non viene fatta correttamente il pavimento conserverà un invisibile strato di calcare che con il tempo si potrà macchiare o impedire una "bella pulizia". Fatto questo e avuta la certezza che le piastrelle sono perfettamente pulite, il pavimento non presenterà più problemi.

Ecco come pulire le piastrelle in gres porcellanato dopo la pulizia iniziale

Se la pulizia iniziale non è stata ben eseguita e il pavimento presenta aloni, macchie o piastrelle con superficie opacizzata è necessario ripartire da zero con la pulizia, cioè prima con detergente a base acida "È COSÌ Cherodal "diluito e poi lavare e risciacquare, ripetutamente con acqua sempre pulita in quanto non esistono detergenti in grado di pulire all'istante e al solo passaggio, un pavimento così sporco. Tuttavia anche l'ordinaria pulizia del gres porcellanato può essere causa di aloni o macchie, soprattutto se si tratta di superfici particolarmente morbide e lisce.

Dobbiamo continuare a pensare che abbiamo a che fare con un materiale vetroso e come tale va trattato. Le lastre con finitura lucidata necessitano al momento della posa in opera di una corretta pulizia con detergenti e una protezione superficiale con prodotti specifici (vedi tabella a lato).

Per la pulizia quotidiana del gres porcellanato è sufficiente asportare la polvere con uno straccio asciutto, lavare la superficie con il detergente neutro a basso residuo "È COSÌ Velvet" diluito con rapporto 1:200 in acqua (una tazzina in un secchio da 5 litri d'acqua) utilizzando uno straccio umido che andrà sciacquato spesso nella soluzione. L'uso di acqua sporca o prodotti lucidanti o un eccesso di detergenti può, col tempo, formare una patina invisibile causa di aloni e macchie.

Ribadiamo che i nostri prodotti sono stabili e continuamente controllati. Per ultimo ricordiamo di non usare mai smacchiatori tipo antiruggine o di tipo spray per la pulizia del gres porcellanato perché spesso contengono acido fluoridrico, il danno che provocherà sarà irreparabile in quanto non esiste pavimento, nostro o di altri marchi, resistente a tale acido.

Come ultimo atto di questa trattazione indichiamo come dovrebbero essere protette le fughe, infatti nei materiali naturali e smaltati dopo la pulizia di fine cantiere è bene impermeabilizzare le fughe con il protettivo per fughe tipo "fUGAPROOf" della fILA, il quale impedisce l'assorbimento di macchie, facilita la rimozione dello sporco e mantiene la fuga come nuova per anni. L'impermeabilizzante va applicato in corrispondenza della fuga usando il pratico beccuccio e poi stendendolo con un pennellino per uniformare. In questo modo si crea una pellicola invisibile che evita che lo sporco penetri in profondità rendendo impossibile la successiva pulizia. Dopo qualche ora la superficie può essere trafficata.